Cammino Neocatecumenale

 

Cammino Neocatecumenale

 

 

Nel 1964, Francisco (Kiko) Argüello, un pittore nato a León (Spagna), e Carmen Hernández, laureata in chimica e formatasi nell'Istituto Misioneras de Cristo Jesús, si incontrano tra i baraccati di Palomeras Altas, alla periferia di Madrid. Dopo tre anni, in questo ambiente composto soprattutto da poveri, si forma una sintesi kerigmatico-catechetica che, sostenuta dalla Parola di Dio, dalla Liturgia e dall'esperienza comunitaria, e sulla scia del Concilio Vaticano II,diventerà la base di ciò che il Cammino N. porterà in tutto il mondo.

 

Dalle baracche l'esperienza passa presto ad alcune parrocchie di Madrid, soprattutto come itinerario di conversione e di "kenosis", dove far morire a poco a poco l'uomo vecchio, per poter essere rivestiti della nuova creazione nello Spirito Santo.

Così gradualmente venne apparendo il Battesimo, come cammino da percorrere per arrivare a una fede adulta, capace di rispondere ai cambiamenti sociali che si stavano verificando.

La comunità nasce dall'annuncio della "Buona Novella" che è Cristo,vincitore in noi di tutto quello che ci uccide e distrugge. Questo annuncio è apostolico: unità e dipendenza dal Vescovo, garanzia della verità e della universalità. La missione della comunità è quella di essere sacramento di salvezza all'interno dell'attuale struttura parrocchiale; un cammino verso la fede adulta mediante il tripode: Parola di Dio, Liturgia e Comunità.

Queste comunità sono nate e desiderano rimanere dentro la Parrocchia, con il Parroco, per dare i segni della fede: l'amore e l'unità. "Amatevi l'un l'altro come io ho amato voi.

Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli" (Gv 13,34-35).

"Padre, io in essi e tu in me; affinché siano perfettamente uno e il mondo sappia che tu mi hai mandato" (Gv 17,23).

L'amore nella dimensione della Croce e l'unità sono i segni che creano gli interrogativi necessari perché si possa annunciare Gesù Cristo (...).

 

Nella nostra parrocchia il Cammino è presente dal 1983 e attualmente ci sono cinque comunità. Il Parroco è il garante del Cammino come di ogni altra realtà parrocchiale. Al termine del Cammino i fratelli si pongono al servizio della pastorale parrocchiale, sempre coordinati dal Parroco, il quale non solo pianifica i vari momenti della vita delle comunità, ma le accorda con le attività parrocchiali.

 

Referente: P. Parroco